Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare | Condizioni di vendita | Privacy
Ricerca avanzata » Login | Registrazione
Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
In uscita
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici

Newsletter
Iscrivendoti alla mailing list di Spirali, sarai sempre informato sulle novità editoriali e sulle attività promosse dalla casa editrice.


Archivio newsletter

Feed RSS
Cosa sono?

Agenda
Atom Atom
Atom RSS

In uscita
Atom Atom
Atom RSS

Novità

Atom Atom
Atom RSS

Promozioni

Atom Atom
Atom RSS



Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Lucio Lami
 
Lucio Lami
 
Lucio Lami (Varedo [MI], 1936 -  Milano, 2013)

Pdf Stampa Biografia

Giornalista e scrittore, studioso di storia contemporanea.

In quarant'anni di giornalismo, Lucio Lami ha lavorato per quasi tutti i grandi editori del dopoguerra: Gianni Mazzocchi, Edilio Rusconi, Arnoldo Mondadori e Angelo Rizzoli. Incomincia come apprendista al quotidiano "La Notte", poi è redattore a "Gente", caporedattore a "Epoca", direttore di settimanali. Nel 1974, entra nella redazione di Indro Montanelli quando questi fonda "Il Giornale" e, inviato speciale, viaggia per vent'anni in tutto il mondo. È corrispondente di guerra e collaboratore della Terza Pagina. Per anni si è occupato dei rapporti fra politica e cultura: ha fondato e diretto la rivista "Commentari", chiamando a collaborare grandi firme internazionali, da Popper a J.-F. Revel. Ha diretto il quotidiano "L'Indipendente" e una nuova serie dell'"Uomo qualunque".
Ha vinto il Premio Max David (1980) e il Premio Hemingway (1986), riservati agli inviati speciali.
Con il volume Il grido delle formiche, sul dissenso sovietico, ha vinto il Premio Estense (1981). Tra i suoi saggi, La scuola del plagio; Dai confini dell'Impero; Morire per Kabul; Giorni di guerra; Giornalismo all'italiana. Tra i libri di storia, Isbuscenskij, l'ultima carica; La Signora di Verrua; Garibaldi e Anita corsari. Ha pubblicato anche un romanzo, La donna dell'orso.
I suoi libri sono tradotti in Francia, Spagna e America Latina.

Ha pubblicato con Spirali:
Perché mezza Italia non vota più. Lettere per e dagli italiani che hanno smesso di turarsi il naso: dal neoqualunquismo alla democrazia diretta (2000)
Cuba libre era solo un cocktail. Viaggi nella crisi del castrismo (1995)