Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare | Condizioni di vendita | Privacy
Ricerca avanzata » Login | Registrazione
Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
In uscita
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici

Newsletter
Iscrivendoti alla mailing list di Spirali, sarai sempre informato sulle novità editoriali e sulle attività promosse dalla casa editrice.


Archivio newsletter

Feed RSS
Cosa sono?

Agenda
Atom Atom
Atom RSS

In uscita
Atom Atom
Atom RSS

Novità

Atom Atom
Atom RSS

Promozioni

Atom Atom
Atom RSS



Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Dalla parte del Papa
Vittorio Vettori
Dalla parte del Papa
Aggiungi alla wishlist
Anno: 1989
Pagine: 240
Prezzo: € 12,91
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: brossura

Collana: l'alingua
ISBN: 8877702540

Estratto del libro
Se dovessi dare un nome al Papa indicato anonimamente nel titolo della presente raccolta di articoli, pubblicati tutti sull'''Osservatore Romano" tra il '78 e 1'84, credo che adoprerei un personaggio inventato da Giovanni Papini ai tempi della mia remota gioventù e della sua ancora attiva e vibrante vecchiezza: Celestino Sesto.
Un Papa ideale, dunque, collocato ben al di là di qualsiasi temporalità e costantinismo, in una prospettiva apostolica di rigorosa milizia spirituale e di totale apertura evangelica. Tutto questo per dire che, mettendomi dalla parte del Papa, non ho inteso affatto emulare l'autore del noto libello Du Pape, il grande Joseph de Maistre (che, tuttavia, fu infinitamente più grande nelle Soirées de Saint Petersbourg che in Du Pape). Il mio Papa appartiene al futuro, non al passato. Né d'altro lato, potrei mai contentarmi di un Papa proiettato in una dimensione puramente utopica e immaginaria.
Celestino Sesto, d'accordo, un Papa ideale, d'accordo. Ma a patto d'intendere l'idealità non astrattamente e staticamente, bensì concretamente e dinamicamente, come termine ad quem di un processo di rigenerazione e di reintegrazione avviato già da molti anni. Processo storico e – a ben guardare – insieme ultrastorico, perché la posizione della Chiesa nella storia presenta sempre un surplus di energia e di coscienza, insomma di consapevole dignità, il cui impiego e la cui destinazione implicano e, per così dire, comportano la necessità di un sistematico riferimento alla dimensione ultrastorica dell'Eterno.
E questo, passando dalla teoria dei valori alla pratica dei comportamenti, non equivale né poco né punto a una svalutazione del contingente. Al contrario, nella prospettiva ecclesiale dell'ultrastoria, quella che potremmo chiamare la "cifra" fenomeno logica della realtà, ubbidisce istantaneamente alla misteriosa legge metamorfica dell'elevazione e della sublimazione...
Quarta di copertina
Come cattolico, come scrittore e come intellettuale, Vittorio Vettori offre, con audacia e con generosità, la sua testimonianza intorno al Papa, intorno al suo statuto nella civiltà planetaria e intorno alla nostra era, attraverso sorprendenti ritratti, biografie, itinerari di lettura di Sade, Nietzsche, Joyce, Camus, Péguy, Adorno, Hölderlin, Borges, Céline, Gramsci, Pound, Papini, Eliade, e altri.
Vettori si prende l’assoluta libertà di scrivere al Papa, ponendo questioni essenziali, con implicazioni politiche di grande rilievo.
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


156 pagine, € 55,00

184 pagine, € 12,91

121 pagine, € 52,00
» Tutti i libri dello stesso autore