Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare | Condizioni di vendita | Privacy
Ricerca avanzata » Login | Registrazione
Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
In uscita
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici

Newsletter
Iscrivendoti alla mailing list di Spirali, sarai sempre informato sulle novità editoriali e sulle attività promosse dalla casa editrice.


Archivio newsletter

Feed RSS
Cosa sono?

Agenda
Atom Atom
Atom RSS

In uscita
Atom Atom
Atom RSS

Novità

Atom Atom
Atom RSS

Promozioni

Atom Atom
Atom RSS



Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Lupa bassa. Non è la parola a fare la guerra, è la morte
Denis Roche
Lupa bassa. Non è la parola a fare la guerra, è la morte
Aggiungi alla wishlist
Anno: 1995
Pagine: 230
Prezzo: € 15,49

Collana: Romanzi
ISBN: 8877704187

Il capolavoro di un eclettico intellettuale francese finalmente in italiano dopo 19 anni di attesa

L'eclettico Denis Roche, scrittore, poeta e fotografo francese, mescola nella sua prosa tre personalità. Descrive situazioni ed ambienti come fossero impressioni fotografiche, cela nel testo momenti di profonda poesia, incede nella narrazione abbattendo canoni e sperimentando una sua personale avanguardia. Nel romanzo Roche registra i suoni ambientali, descrive con maestria gli umori dei personaggi, indaga sulle note e le sfumature evocative della lingua. Un capolavoro proposto per la prima volta in italiano dopo 19 anni dall'edizione francese.
Estratto del libro
Actung! Achtung! Es kommt die Welle

Parlando alla trachea (LA SUA TRACHEA! PARLIAMONE! TRACHEA‑IO... TRACHEA‑PUS...): "tasti pigiati simultaneamente", "tremoli", "portamenti di voce fra due note", "leggere fluttuazioni di altezza", "lunghi melismi di alleluia", "composizioni barocche", "giri di gole", "mordenti filati gaia cagnara".
Quarta di copertina
"Ed una lupa, che di tutte brame / sembiava carca ne la sua magrezza, / e molte genti fè già viver grame, / ... / ella mi fa tremar le vene e i polsi".
(Dante Alighieri, Inferno, I, vv. 49 sgg.)

"Qual de le cose create è la più degna? Se tu vorrai rispondere saviamente, tu dirai: l'huomo; che sai che la sacra e la prophana scrittura vuol così. Hora sta forte: qual dunque è la più degna parte della Philosophia? Di necessità segue che sia quella parte che cerca le più degne cose, e così quella è posta intorno a la cognizione de l'huomo: conciosia dunque che questo huomo non possa essere senza il cazzo, come chiaro è, a forza bisogna mettere il cazzo per chiuder la potta e 'l culo esser le prime cose che si denno imparare. Del mescolamento poi de la potta, del cazzo e del culo, ne segue la cognizione del fottere e del bugerare; e così si viene allargando la scienza".
(Antonio Vignali, La cazzaria, Siena 1521)

"Lupa bassa è un libro come non capita spesso di leggerne: scatenato".
(Jacqueline Piatier, Le Monde)

"Denis Roche si mette a nudo, dice, vomita i propri desideri, fantasmi, terrori, con un vigore verbale dimenticato dopo Dada e Lautréamont. Tutto il libro è un ballo selvaggio, superbo, doloroso".
(Claude Bonnefoy, Les nouvelles littéraires)

"Il romanzo moderno è questo".
(Philippe Sollers, Le Nouvelle Observateur)

"La più esatta rappresentazione che sia mai stata data del lavoro dello scrittore"
(Bernard Noël, La Quinzane littéraire)
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Novità