Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare | Condizioni di vendita | Privacy
Ricerca avanzata » Login | Registrazione
Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
In uscita
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici

Newsletter
Iscrivendoti alla mailing list di Spirali, sarai sempre informato sulle novità editoriali e sulle attività promosse dalla casa editrice.


Archivio newsletter

Feed RSS
Cosa sono?

Agenda
Atom Atom
Atom RSS

In uscita
Atom Atom
Atom RSS

Novità

Atom Atom
Atom RSS

Promozioni

Atom Atom
Atom RSS



Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Il Guerriero Diviso. Romanzo archeologico di Eschilo Guidio pittore
Roberto Panichi
Il Guerriero Diviso. Romanzo archeologico di Eschilo Guidio pittore
Aggiungi alla wishlist
Anno: 2006
Pagine: 260
Prezzo: € 20,00
Dimensioni: cm 14,0x21,0
Legatura: cartonato con sovracoperta

Collana: l'alingua
ISBN: 9788877707352

Questo singolare racconto ci porta in mondi lontani nel tempo, ma vicini alla nostra sensibilità. Ne è protagonista l'arte e la sua bellezza, le tecniche, le astuzie, a partire da quel geniale artigiano che fu Cennino Cennini. Un racconto quindi godibilissimo, ricco di sorprese, di estro, di buon umore e di grande umanità, che ci rivela uno scrittore noto a pochi, ma al quale si augura migliore fortuna.
Estratto del libro
Di miti, favole, schemi iconografici toccano alcune prosette che ho qui raccolte. Non so se a buona memoria di progetti futuri data la scarsa considerazione accordata oggi a questo genere di fantasticherie, di cui anche Eschilo Guidio era cosciente, use se non nel mondo rarefatto della letteratura e delle contaminazioni. Ma non lo escludo. Alcune terre, in particolare, stanno a provare solarmente che archeologie remote (l'entroterra di uno spirito smarrito che si cela e si svela, gli archetipi di un sentire corale in un luogo) resistono indenni.
Tra Scilla e Cariddi e risalendo le coste salernitane dagli Scogli delle Sirene a Punta Licosa, a Capo
Palinuro, alle isole de Li Galli, il ricordo delle Sirene, ninfe dai destini imprevedibili perché riottose o inadempienti, si respira nella cultura e nella sua estrapolazione a uso di turisti e viaggiatori, non solo colti.
L'Etruria, nell' ora estiva, deserta fa sentire il silenzio e l'enigma, echi di morte, accolte conviviali e ridde, cacce crude e ferali solo che se ne penetrino gli antri e gli avelli, un risuonare di tibie e di bronzi che non si estingue.
Seduzione di intellettuali? Ibridità di umano e ferino, metamorfosi divine a demonizzare, chissà, la paura, un desiderio inespresso, un'aspirazione che ancora ci sfugge sembrano essere l'anima di un passato che viene a noi e ci chiede con forza di riconoscerla per nostra.

Quarta di copertina
Romanzo archeologico (ma non solo), perché denso di memorie alterne, testimonianza di un'attualità discussa, sospeso tra sogno e cronaca, documento e invenzione. Eschilo Guidio pittore, il protagonista, agisce nel cerchio magico in cui idiosincrasia e e ritrosia lo relegano con l'assoluta, felice incoscienza che è propria di una stagione irripetibile quale la giovinezza.
Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Altri libri dello stesso autore


929 pagine, € 0,00
» Tutti i libri dello stesso autore