Spirali Homepage
Chi siamo | Dove siamo | Rassegna stampa | Network | Rights | Come acquistare | Condizioni di vendita | Privacy
Ricerca avanzata » Login | Registrazione
Homepage
Novità
Libri
Riviste
Argomenti
In uscita
Autori
Agenda

Multimedia
Siti amici

Newsletter
Iscrivendoti alla mailing list di Spirali, sarai sempre informato sulle novità editoriali e sulle attività promosse dalla casa editrice.


Archivio newsletter

Feed RSS
Cosa sono?

Agenda
Atom Atom
Atom RSS

In uscita
Atom Atom
Atom RSS

Novità

Atom Atom
Atom RSS

Promozioni

Atom Atom
Atom RSS



Puoi trovarci anche su

anobii

Facebook

Youtube

Twitter


Iran. Gnomi e giganti, paradossi e malintesi
Ebrahim Nabavi, Reza Abedini
Iran. Gnomi e giganti, paradossi e malintesi
Aggiungi alla wishlist
Anno: 2008
Pagine: 124
Prezzo: € 28,00
Dimensioni: cm 23,0x28,0
Legatura: brossura con alette

Collana: l'alingua
ISBN: 9788877708465

«Un meraviglioso assortimento di aforismi di valore universale» (Anna Mangiarotti, "Il Giorno").

Un'originale e sofisticata opera visuale, una lucida satira civile che integra parola, grafia e immagine in un volume unico, di forte impatto sull'opinione pubblica internazionale. Nabavi e Abedini sono due importanti rappresentanti della coscienza critica iraniana, autori di opere che svelano limiti, contraddizioni, falsità e soprusi del regime al potere. Il primo è un popolare giornalista e scrittore costretto alla censura, alla prigionia e all'esilio; il secondo è un innovativo docente di graphic design, dallo stile innovativo, sofisticato e evocativo. Tra tradizione e identità moderna, una coinvolgente finestra sulla cultura mediorientale e sulla questione iraniana.

Echi dal Web
L'intervista al dissidente (dal sito IlGiornale.it)
Iran. Gnomi e giganti, paradossi e malintesi (dal sito RadioRai.it/Radio1)
Iran. Martiri (dal sito giannidemartino.splinder.com)
Quarta di copertina

Una satira che trae alla razionalità e alla lucidità.

La fuga dei cervelli

Ha riso: l'hanno accusato di prendere in giro il regime e l'hanno picchiato.
Era silenzioso: l'hanno accusato di ordire un complotto contro il governo.
Ha condotto una vita allegra: l'hanno arrestato per immoralità.
Ha inseguito la ricchezza: l'hanno accusato di corruzione.
Ha inseguito il potere: l'hanno accusato di opposizione al governo.
Ha pianto: l'hanno arrestato con l'accusa di disfattismo.
Ha scritto: l'hanno arrestato con l'accusa di diffondere menzogne e d'insultare i leader.
Non ha scritto: gli amici l'hanno accusato di complicità con il potere.
Ha camminato: l'hanno picchiato con l'accusa di vagabondaggio.
Si è seduto: l'hanno accusato di ostruire il passaggio.
Alla fine un bel giorno, ha usato il cervello: è fuggito.
La morale: uno dei motivi della fuga dei cervelli è l'uso del cervello.

Echi di stampa
Contributi video
video del libro "Iran. Gnomi e giganti, paradossi e malintesi"



Vuoi condividere questo libro sul tuo sito/blog?
Usa il nostro Widget!


Copia il codice da inserire nel tuo sito/blog

Novità